Marimo è un’alga che cresce in forma sferica.  La forma si crea e si mantiene nel tempo grazie al costante movimento delle correnti presenti sul fondale dei laghi in cui cresce. Solo 3 paesi in tutto il mondo hanno la fortuna di ospitarla sui fondali dei loro laghi: Il Giappone, l’Estonia e l’Islanda. È un’alga d’acqua dolce di piccole dimensioni il cui nome deriva dalla parola giapponese Mari (biglia). Formata da una superficie morbida e fusti sottili color verde scuro, con i quali riesce a catturare grandi quantità di nitriti e nitrati che vengono poi trasformati in ossigeno. Non ha radici e riceve nutrimento dal fusto di cui è composta.

Genere: Aegagropila

Specie: Cladophora Aegagropila

Famiglia: Cladophoraceae

Da sempre considerata simbolo dell’amore eterno, deve la sua fama ad un mito giapponese che narra la storia di due innamorati che sulle rive del lago Akan, trasformarono i loro cuori in Marimo e li gettarono sul fondo del lago per vivere per sempre insieme. Questa alga infatti, nonostante abbia una crescita lentissima, è molto longeva.

Nel 1921 è stata dichiarata Tesoro Naturale Giapponese e considerata una pianta protetta, in questo modo si è evitata la sua estinzione.

marimo alga giapponese cure

Come la rendo felice?

Marimo è una pianta acquatica a cui servono poche cure ed attenzioni. È importante cambiare l’acqua una volta al mese e risciacquare il contenitore che la ospita. Non esporre Marimo al sole diretto e strizzala delicatamente durante il cambio dell’acqua. Un po’ di acqua frizzante la aiuterà a trasformare l’anidride carbonica in ossigeno. Non teme le temperature fredde, meglio garantirle temperature non superiori ai 25°.

marimo alga giapponese cure

Dove la sistemo?

Abituata a crescere sui fondali dei laghi, vive felice anche in ambienti poco luminosi. Perfetta per il bagno, di fianco al lavabo oppure tra le mensole della libreria o come porta fortuna sulla scrivania in ufficio o sul comodino.

marimo alga giapponese cure

Non dimenticare…

Se vuoi che la forma sferica si mantenga nel tempo, ricorda di muovere regolarmente il contenitore. Bastano piccoli movimenti circolari che simulano le correnti dei fondali dei laghi in cui cresce in natura. La crescita di Marimo è molto lenta, intorno ai 5/10 mm all’anno non di più.

marimo alga giapponese cure

E il vaso?

L’importante è che sia trasparente, sono perfetti contenitori in vetro o plastica. Non richiede grandi spazi dato che la crescita è estremamente lenta. Noi abbiamo scelto un vaso Veca della linea Living dalle forme lineari e semplici che esaltano i colori e la sfericità di Marimo.

marimo alga giapponese cure

Fotografie: Davide Buscaglia

Styling: Valeria Icardi e Carlotta Berta

Immagine di copertina: Francesca Infantino

Piante: Yougardener

Accessori: Epoca Spa

Le altre piante di cui ho parlato le trovi qui!