GLIFO | COME CONIUGARE ETICA E DESIGN

Avete presente il Genio?

É colui che inventa, ma non tralascia l’etica. Che coniuga l’intuito con le esigenze degli altri. Crea oggetti, ma anche legami. Ed è questo che genera meraviglia.

Io ho ritrovato tutto questo in Glifo, una penna che permette a persone che soffrono di deficit cognitivi e motori di scrivere e disegnare autonomamente, attraverso la corretta stimolazione della mano. Il progetto ha lo scopo di rendere l’attività riabilitativa efficace in ambito domestico e scolastico, favorendo l’integrazione dei bambini.

For privacy reasons YouTube needs your permission to be loaded. For more details, please see our .
I Accept

Glifo

Glifo è nato da un gruppo di giovani designer di cui Carlotta aveva già parlato qui: Sara Monacchi, Andrea Pelino e Luca Toscano. È un prodotto di UN!CO, che si occupa di produrre oggetti su misura e ausili di design in collaborazione con TOG (Together to Go) e Open Dot.

Nel 2016 ha vinto i premi Enable 3D printing – Barclays Eagle Labs, Ultimaker , MyMiniFactory. l’anno scorso, invece, il Premio Nazionale delle Arti di Faenza e l’Up 4 school della Fondazione Agnelli / Talent Garden.

glifo tool assistivo per la disabilità

TOG

TOG è una fondazione che organizza per ogni bambino percorsi riabilitativi individuali e personalizzati. Tiene conto delle sue caratteristiche, del contesto in cui vive, delle sue capacità oltre che dei suoi deficit. E Glifo nasce proprio dall’esigenza dei pazienti di OTG di avere un’impugnatura funzionale, per far fronte a tutte le difficoltà motorie proprie di un bambino con patologia neurologica.

glifo tool assistivo per la disabilità

OPEN DOT

Mentre OPEN DOT è un Fab Lab, un hub di ricerca e open innovation che nasce dal desiderio di creare uno spazio per la prototipazione rapida, sviluppa percorsi progettuali e programmi formativi ad alta complessità, che hanno nell’innovazione il loro tratto caratteristico.

glifo tool assistivo per la disabilità

Disegnare è un diritto

Spesso la modificazione dell’impugnatura rischia di stimolare la chiusura della mano e la contrazione dell’avanbraccio e del braccio. Glifo, invece, aiuta i bambini a scrivere, a disegnare o a lasciare una semplice traccia sul foglio; permette loro di distendere le dita e di aprire la mano, così da compiere movimenti ampi e ben controllati.

Insomma, disegnare insegna a visualizzare le cose, a elaborarle. Sara, Andrea e Luca sono riusciti a rendere questa azione accessibile a tutti, soprattutto a chi ne ha più bisogno.

Ed è qua il genio.

Per informazioni:

email: info.glifodesign@gmail.com
Facebook: @glifotool
Instagram: glifo_tool
Unico www.uni.co.it
In vendita presso questo link: VENDITA 

Scritto da | 2018-05-16T13:13:32+00:00 maggio 16th, 2018|Categorie: ARTE, DESIGN|Tags: , , |0 Commenti

Conosci l'autore:

Cecilia studia Storia dell'arte a Torino, ma da grande vorrebbe lavorare in ambito museale. Fra tutte le forme in cui l'arte si presenta, l'illustrazione è forse la sua preferita.

Lascia un commento